Loading…

STORIA

Roberto Carraro nasce a Mestre (Venezia) il 23 Luglio 1954 e tuttora vive a Trivignano.

La sua grande passione per la musica lo ispira già alle scuole medie quando scherza coi compagni di classe musicando alcune poesie.

Mentre frequenta le scuole superiori comincia a imparare a suonare la chitarra con dei manuali con amici musicisti. Impara così a suonare e cantare le canzoni di Lucio Battisti, De Gregori, Venditi e altri cantautori, ma presto spunta la passione di fare il cantautore e così comincia a scrivere testi e musica di canzoni di sua inventiva. Assieme ad alcuni amici fonda un gruppo pop-rock dal nome Annozero con i quali si esibisce come cantante suonando la chitarra ritmica. Quindi da l’esame alla S.I.A.E. come autore, ma non come compositore, perchè non è ancora preparato.

Nel 1975 comincia ad esibirsi nelle radio private della zona dal vivo con relative interviste, quindi si esibisce anche ad alcune feste in piazza con discreto successo. partecipa a numerosi concorsi per cantautori a Roma, Milano, Rimini, Bologna senza però ottenere risultati interessanti. Però si crea una buona esperienza cantando dal vivo come cantautore i suoi brani.

Nel 1978 incontra Tony Tasinato, famoso editore di Mestre che gli fa tradurre dei brani dall’inglese all’italiano, tra cui: “Born To Loose”, “Borstal Breakout” e altri.

Nel 1981 incontra Roberto Lipari, autore e compositore di Padova col quale collabora per alcuni anni.

Nel 1983 esce il disco dance “Toutes Les Fleurs” di cui è autore del testo, le musiche sono di Roberto Lipari e Italo Ianne, mentre il remix è di Tony Carrasco; l’editore Mario Rapallo, della casa discografica Carosello di Milano, già editore di Vasco Rossi.

Nel 1984 conosce la cantante/attrice Carol Smith di Londra, con la quale comincia una collaborazione: lei scriverà i testi mentre lui comporrà le musiche assieme a Roberto Lipari. Uno di questi brani sarà inciso da Amanda Lear con collaborazioni di Cristiano Malgoglio e Alberto Radius: il titolo è “Hotel Palace”, Hotel dove vive Amanda Lear a Milano.

Negli anni seguenti ha diversi contatti a Milano con vari artisti tra cui: Gianni Bella, Dario Baldan Bembo, Rettore, Dori Ghezzi, Mia Martini, Mal, Bobby Solo, Leano Morelli, Rita Pavone e tanti altri. Quindi conosce il pianista Lellio Grappasonno di Buenos Aires, tra l’altro amico del grande Astor Piazzolla. Nasce una collaborazione con Lellio Grappasonno per il quale scrive diversi testi su delle sue musiche che non sono mai stati pubblicati.

Visto gli scarsi risultati, resta fermo per qualche anno, ma continua a frequentare gente di spettacolo e tanti gli dicono di non mollare!

Nel 1992 incontra per caso Roberto Lipari a Padova che gli propone di scrivere dei testi di canzoni per musiche da ballo. Nel giro di pochi anni scrive una trentina di brani che verranno pubblicati e ballati nei vari locali d’Italia.

Nel 1996 vince il primo premio delle Orchestre Di Musica Da Ballo con il ballo “Baja Del Sol” scritta con Roperto Lipari e Sonia Fontana. L’editore è Angelo Zibetti dello Studio Zeta di Carabaggio in provincia di Bergamo.

Però non sentendosi soddisfatto abbandona l’ambiente delle orchestre e della musica da ballo.

Una sera fa ascoltare il brano “Me gusta Bailar” all’amico DJ Vladi Alfieri che gli fa registrare una versione Latin House. Lo stesso brano sarà inciso dalla Raise Time di Brescia con la cantante brasiliana Anadia Da Silva (in arte Javannah) remixato da Alex Neri e distribuito dalla Self. Il brano sarà trasmesso a Radio DeeJay ed entrerà in una compilation assieme a Coimbra di Steeve Wonder che venderà circa 200.000 copie.

Nel 1998 supera l’esame di compositore S.I.A.E. di Roma.

Nel 1999 compone il brano “Together” con la cantante Petra e arrangiamenti dei DJ Vladi Alfieri e Mister Ricky, stampato dalla Gitana Records e distribuito dalla Level One. Il brano sarà trasmesso nelle varie radio private nazionali.

Nel 2000 conosce a Forlì un impresario di nome Novaga che gli presenta un cantante di nome Elisa per la quale scrive un brano per andare al festival di Castrocaro Terme. Gli arrangiamenti sono di Pape Gurioli, tastierista del famoso Jovanotti.

Sempre nel 2000 compone il brano intitolato “Sguardi” che, con gli arrangiamenti di Pepe Gurioli si piazzerà nei primi posti al festival canoro di Benevento organizzato da Gegè Telesforo, collaboratore di Renzo Arbore.

Quindi continua a scrivere e comporre canzoni, impara a suonare il pianoforte; fa due corsi di lingue: Inglese e Spagnolo, poichè gli servono per scrivere i testi delle canzoni per l’estero.

Attualmente sta collaborando con vari artisti tra cui: Patty Pravo, Bobby Solo, Marco Tamburini, l’editore paolo Caputo di Torino che aveva conosciuto alla Time durante l’incisione di “Me Gusta Bailar”.

A tutt’oggi ha in cassetto circa un centinaio di brani inediti di sua composizione in italiano, inglese e spagnolo.

Ora è al lavoro per pubblicarli nei prossimi anni con artisti famosi e naturalmente professionisti!

 

' ); ?>
Sito creato da CREASITIWEB